LIBRI/ Le due anime del giullare di Salvo Zappulla

Si considera persona intelligente lo scienziato che saltellando di gioia annuncia all’opinione pubblica di essere riuscito  a scoprire una nuova potentissima arma mortale in grado di consegnar alla nazione il predominio militare, oppure lo stesso che, dopo aver realizzato la tremenda scoperta, ha un ripensamento e distrugge immeditamente la formula rinunciando alla gloria personale? (S. Z.)

E si potrebbe continuare con altri richiami alla brillante  e atipica nota introduttiva  (Sproloqui) di questo libretto, che prosegue magnificamente così:  «E’ più intelligente chi intuisce che vendendo il suo appezzamento di terreno potrà ricavarci un ottimo affare o l’altro che si accontenta di piantarci le rose per il solo gusto di innaffiarle?»
Ecco, questo solo per dire che “Le due anime del giullare” è un libro letterariamente sensuale, cioè fatto di tecnica ed ispirazione, perchè come sosteneva Marguerite Duras, quando il corpo dello scrittore si fonde con  i propri libri, si genera una sensualità di riflesso, fatta non solo di carta e inchiostro, ma anche  di testa, carne, sudore.
I diciotto  racconti brevi  che compongono questa raccolta,  sono tutti sostenuti da una filosofia di vita ‘pura’ (priva di retorica), che attraverso un linguaggio schietto, surreale e  ironico (sarcastico talvolta), ma di grande godibilità, sottende una profonda crisi interiore e collettiva della società.
La forza immaginifica di questi racconti di Salvo Zappula (Sortino 1961), sta nel recupero di una semplicità di vita (qualcuno la chiamerebbe saggezza), che sa ancora esistere,  stupire, commuovere.
A tal proposito, ho trovato di grande fascino e intelligenza  il racconto ‘L’amara guerra  del soldato  Taylor’, che non stenterei ad accostare per significanza e forza di denuncia delle atrocità della guerra, ad alcuni passaggi del bellissimo “Niente di nuovo sul fronte occidentale” (1929) dello scrittore tedesco Remarque.
Salvo Zappulla, Le due anime del giullare, Ed. Prova d’Autore 1992

Maria Pina Ciancio

Annunci

~ di maria pina ciancio su maggio 28, 2009.

6 Risposte to “LIBRI/ Le due anime del giullare di Salvo Zappulla”

  1. Un altro lavoro indovinato! Io ho letto diversi romanzi di Salvo Zappulla, e ti assicuro, Maria Pina, che per fantasia non lo supera nessuno..
    ..geniale ‘Il mostro’ ..il mio preferito ‘L’ombra’

    Ciao, ‘notte 🙂

    Mi piace

  2. non ho avuto la fortuna di leggerne altri, ma ti prendo in parola Rina. Salvo è davvero uno ‘stratega’ della parola a cui fa da supporto una fantasia e un senso dell’immaginazione straordinariamente calviniani!
    Un abbraccio notturno (ricambiato)
    Mapi 🙂

    Mi piace

  3. Grazie a entrambe: mi avete conmmosso

    Mi piace

  4. ho letto anch’io un racconto di questo libro che mi è piaciuto molto: “il pesce-caimano” sui voltagabbana… l’ho trafugato dal comodino di mapi durante le vacanze pasquali. Cla’

    Mi piace

  5. grazie del passaggio Salvo.
    Questo è per te:

    Mi piace

  6. Non conoscevo questo testo di Zappulla ma ne ricordo un altro che mi ha fatto riflettere, pensare…e riscoprire alcuni colori ed emozioni che pensavo aver dimenticato…sogni, stupore, quotidiano!
    Dimenticavo di nominare quel romanzo letto…”L’Ombra”, un caro saluto e a rileggerci presto, Alice

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: