DIARIO/ Sull’intimità

La ripetizione rassicura. E’ prova di intimità. E’ il respiro stesso dell’intimità (Pennac)

Ho comprato un pigiama azzurro e quattro  nuovi appassionanti romanzi questo fine settimana a Roma. I pigiami, come i libri mi restituiscono più di qualsiasi altra cosa, un senso di discreta e silenziosa intimità. Un atto di resitenza gratuito a tutte le contingenze. Tutte. Venti pagine lette di fretta sul metrò, rilette stanotte, in pigiama, contro il crepitio insistente della pioggia. Contro il grande esterno. Leggo fino a pagina centodue. So cosa significa la riconciliazione.
[by Mapi]

© Testi e  immagini di mia proprietà non possono essere utilizzati senza il mio consenso personale

Annunci

~ di maria pina ciancio su febbraio 7, 2008.

8 Risposte to “DIARIO/ Sull’intimità”

  1. certo, la routine è rassicurante, poco impegnativa, consente al corpo di lavorare e alla mente di spaziare altrove. I riti, le piccole manie che ognuno si porta dietro, le abitudini, (anche quelle bellissime, come leggere la sera), temo che siano anche un piccolo segno di immaturità, un tenersi aggrappati al tempo passato. Ripetere gli stessi gesti per farci rivivere gli anni andati. Talvolta mi chiedo se non vale la pena scombinare tutto, sparigliare le carte, cedere a tutte le contingenze e uscire sotto la pioggia

    Mi piace

  2. Mapi, dopo l’intimità di questo tuo spazio, indosso il pigiama e vado a “coccolarmi” un libro che sto quasi per finire. Un saluto della buona notte Nic

    Mi piace

  3. @ Gentile sig. Panilipe, i suoi come i miei sono punti di vista. Ma voglio risponderle comunque, prendendo in prestito queste parole di Ugo Ojetti:
    “Chi accumula libri, accumula desideri; e chi ha molti desideri è molto giovane, anche a ottant’anni”
    Un caro saluto Mapi 😉

    @ Nic, grazie del gentile pensiero serale. Bello sai, quel “coccolare” il libro… Mapi 🙂

    Mi piace

  4. oh, ma la mia era un’autocritica, non volevo certamente ironizzare sul piacere della lettura e sul conforto delle coperte quando la pioggia batte sul tetto. Mi ci sono riconosciuto in pieno in questa riflessione sull’intimità e per questo mi sono lasciato prendere da alcuni pensieri che poi, spesso tornano ad ondate. Ecco, era un pensiero che rivolgevo a me stesso.
    Le parole di Ugo Ojetti mi sono d’aiuto ma recentemente, in occasione del mio compleanno, ho pensato che dopotutto sono troppo immaturo per considerarmi vecchio. E finché mi riterrò immaturo sarò sempre giovane.

    Mi piace

  5. a me i pigiami non piacciono, dormo in mutande e maglietta….. ma non è questo il punto.
    il rituale della lettura prima di dormire è una cosa splendida e fondamentale per la mia esistenza! 🙂 …nonostante i miei 17 anni! quindi dubito si tratti di un attaccamento al passato, dato che ne ho così poco alle spalle!!!!! piuttosto, appunto, un accumulare desideri!

    un grande CIAO a mapi e buona notte…..e buone letture, data l’ora!!! 😉

    Mi piace

  6. Affinità elettive … hai scelto lo stesso template che ho scelto anche io su wordpress.

    Mi sembra una piattaforma fantastica.

    Un caro saluto.

    Rob.

    Mi piace

  7. @ Ciao Patty anche da qui! 🙂

    @ Panirlipe, mi fa piacere questo tuo nuovo intervento.

    @ Roberto, ti cercherò anche su wordpress… sei onnipresente tu! 😉

    Mi piace

  8. Davvero questo tuo spazio invita… E’ davvero intimo ed io ci sto molto bene, Giulia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: